Circo a Tre Piste

There’s a famous man who’s the idol of every clown
He started the profession and his tricks he handed down
So everyone who has a yen to be a happy man
Calls on Punchinello to help him if he can

Ho sempre provato un grande rispetto per Dino Paul Crocetti, in arte Dean Martin – cantante di classe obbligato a fare l’Italian Boy con canzoncine imbarazzanti, come That’s Amore e Mambo Italiano.

E da alcune ore non riesco a togliermi dalla testa una vecchia canzone di Martin, cero non il vertice della sua produzione – una canzoncina, messa insieme per il film Three Ring Circus, del 19541

Il motivo per cui la canzoncina continua a ronzarmi nel cranio è Continua a leggere

Annunci

Meglio della televisione

Li chiamano MOOC – Massive Open Online Course.
Si tratta di corsi di livello universitario o para-universitario, offerti da una quantità di istituzioni accademiche e distribuiti attraverso piattaforme prevalentemente gratuite.
I MOOC sono uno strumento potente.
Sono, finalmente, il ventunesimo secolo: io sono qui, seduto nel bel mezzo del nulla, con una connessione alla rete che pare uscita da WarGames, il film – eppure riesco a partecipare ad una lezione in una università da qualche parte del mondo, interagendo con centinaia di altri studenti.

MOOC

E pensare che per seguire due ore di lezione, ai tempi del dottorato, in uno degli atenei più quotati d’Italia, nel lontano 2013, dovevo farmi 1200 chilometri in treno, e passare una notte al collegio universitario.
L’idea di mettere le lezioni online per gli studenti fuori sede non era ammissibile.
Probabilmente lo è ancora.
Perché lo studio deve essere sacrificio.
O qualcosa del genere. Continua a leggere

Le pallottole sono per i deboli

Hanno sparato a della gente che rideva.
E che faceva ridere gli altri.
La storia la sapete.
Erano francesi.

È stato fatto notare – ed in effetti è curioso – come i fatti di Parigi abbiano causato tanto scalpore e suscitato tanta indignazione, tanta passione in Italia, un paese nel quale, dopotutto, la satira non è che goda di tutta questa salute.
E se pensate che in questo momento in Italia si faccia satira, allora non vi ricordate, per dire, Il MALE.

Anno III -n_40-2

Qui da noi la satira viene censurata – sono artisti, politici, giornalisti, a sollevarsi e a chiedere che il giullare venga trascinato via dal palco.
E qualcuno ha saggiamente osservato

Beh, ok, però mica gli sparano.

Davvero? Continua a leggere

Orticello di guerra

Interessante infografico recuperato su un sito di survivalistThe Prepper Project.
Utile anche nel caso in cui la civiltà sia semplicemente stata momentaneamente sospesa, non cancellata per sempre.

 

Survival Food

Best Survival Food To Grow Brought To You By: ThePrepperProject.com

L’ora esatta

Ho fatto un giro per Nizza, ieri.
E potrei tediarvi a lungo con la descrizione dei negozi chiusi e la generale aria di desolazione che dalla città sembra colare sulla campagna circostante, e sembra di stare in uno di quei film sulla zombie apocalypse.
Non ci sono Babbi Natale di plastica appesi ai balconi, non c’è un’aria esageratamente festiva.
Le persone sorridenti che vanno in giro a far compere e si scambiano gli auguri sui marciapiedi davanti alle vetrine illuminate ci sono solo nei film.

Ma ho qualcosa di meglio, da farvi vedere – qualcosa che ho visto un paio di giorni addietro, su YouTube.
È una patacca pubblicitaria.

Screenshot from 2014-12-19 16:47:40

C’è di che porsi delle domande, non credete? Continua a leggere

Cinque libri da cinema

Sembrava una cosa facile, sulla carta.
L’idea l’ha avuta la mia amica Lucia, che sta giù nel braccio femminile del Blocco C della Blogsfera: un elenco, una top five di cinque libri da cinema.
No, non di cinema, da cinema – nel senso di cinque libri che verrebbero bene se tradotti in film, che pagheremmo volentieri un biglietto di prima visione per vederli.

Cinque romanzi.
Perché no?
Pareva facile. Continua a leggere