Dio, lasagne e auto volanti

Il tempo è denaro.

time-is-moneyMe l’ha detto un gentiluomo dai modi particolarmente viscidi, appollaiato al mio cancello, questa mattina.
Oh, sì – io parlo di modi viscidi, lui probabilmente li avrebbe descritti come modi affabili.
Ma era una affabilità a tal punto fasulla, che viscido è l’aggettivo migliore che mi venga in mente.
Il viscido gentiluomo era in compagnia di una donnetta scialba, e cercavano mio padre, “quel signore anziano che abita qui, scommetto che siete parenti.”
Volevano parlargli del fatto che Dio possa donarci un mondo migliore.

Quando gli ho spiegato che non mi interessa, e che non era mia intenzione fargli perdere tempo, lui mi ha risposto “Si figuri, il tempo è denaro!”

Lo vedete, vero, il sottinteso?
L’insinuazione, sotto traccia, che io sia una persona gretta e materialista, oltreché avida – il tempo è denaro ed io penso al denaro anziché alle cose di Dio.
Che bastardo, eh?

Il tono di superiorità, l’ironia che sottintendeva un affabile “brucerai all’inferno, stronzo!” è stata la parte più irritante.
E credo che dovremo riparlarne, di questa faccenda dell’ironia e del tono di superiorità di chi lascia intendere che tu sia uno stronzo.
Ma non oggi – oggi vorrei parlare d’altro.

Il fatto è che proprio non avevo tempo – avevo le lasagne in forno.
Il che, immagino, mi rende ancora più gretto e materialista – neanche di tempo monetizzato, parliamo, ma proprio di necessità primarie, di avere la pancia piena.
Anteporre una pancia piena a Dio!
Immagino ci sia un girone infernale appositamente per chi pensa alle lasagne anziché al mondo migliore che il Padreterno vorrebbe/potrebbe donarci.

Però è vero – se avessi avuto il tempo (ed è un grosso se) non mi sarebbe dispiaciuto prendere quel signore viscido e la sua spalla e spiegare loro perché a mio parere, ammesso che ci sia un dio (ed è un altro grosso se), io non credo affatto che ci regalerebbe un mondo migliore.
Non ne avrebbe motivo – avendoci dotati delle capacità per crearcelo da noi, un mondo migliore, sarebbe abbastanza sciocco, una volta forniti ingredienti e ricetta, a passarci anche le lasagne già cotte (gira e rigira, come vedete, le lasagne ritornano).

E la cosa non riguarda solo le faccende spirituali.

È un po’, e passiamo così dal sacro al profano, come mi trovo davanti quelle anime candide che, avendolo sentito dire intelevisione, domandano con fare ironico “è il ventunesimo secolo, dove sono le macchine volanti?! Ci avevano promesso le macchine volanti!”

960x595-e1368775130700

La mia risposta è di solito “Tu cosa hai fatto, per avere le macchine volanti, a parte sederti ad aspettare che qualcuno te le costruisse?”*

Non so, cose come dare maggior supporto alla cultura scientifica e alla ricerca, interessarsi agli sviluppi tecnologici – non dico laurearsi in ingegneria ma magari darsi da fare per ottenere ciò che si desidera sarebbe meglio che aspettare che qualcun altro lo faccia e poi lamentarsi.

Di solito mi guardano come se stessi parlando di fantascienza.
Spesso si offendono.
Anche perché è molto raro che a farmi di questi discorsi idioti siano degli ingegneri aerospaziali o degli astrofisici.
O anche solo delle persone con una formazione scientifica.

Come osservava la buonanima di Carl Sagan, siamo una civiltà che dipende interamente dalla scienza per la propria sopravvivenza ed il proprio sviluppo, e la scienza è uno degli argomenti dei quali ci interessiamo di meno.
Ci hanno fatto credere che sia difficile – e di fatto è probabilmente più impegnativa che addormentarsi davanti alla TV.
La scienza è qualcosa che fanno gli altri, e che non ci riguarda – salvo poi strillare “Perché la scienza non ha fatto nulla?!”
E l’attuale frenesia per il cambiamento climatico potrebbe essere un buon esempio – ragazzi, è dal 1976 che vi stavamo dicendo che le cose stavano prendendo una brutta piega.
1976 – c’erano i pantaloni a zampa d’elefante e le cartucce Stereo-8.

E la stessa cosa vale naturalmente per lo stato in cui versa la campagna che ci circonda – frane e smottamenti, aree incolte, interi settori abbandonati…

bisognerebbe fare qualcosa

Che si traduce in !qualcun altro dovrebbe mettere le cose a posto.”
Già.

Il discorso però è proprio questo – che quale che sia la cosa che desideriamo (o desideriamo evitare), lavorare per ottenerla (o evitarla) è una strategia più intelligente che stare seduti ad aspettare che qualcuno lavori al posto nostro e poi ci regali la soluzione.

E questo include anche il buon Dio e il mondo migliore.

—————————————————————————–
* L’altra risposta standard è “No, a quelli della nostra generazione avevano promesso un futuro distopico con uno stato di guerra continua, una recessione economica senza pari, la politica allo sbando e il potere nelle mani delle corporazioni… e direi quindi che non hai alcun motivo di lamentarti. Rimpiangere i sogni di tuo padre non li farà avverare.”

https://d3ijcis4e2ziok.cloudfront.net/tpc-check.html

5 pensieri su “Dio, lasagne e auto volanti

  1. brucerai all’inferno per aver manifestato tanta arroganza e non esserti semplicemente rimesso nelle mani dell’Altissimo😛

    che poi mica scemi però… perchè mai dovrei faticare e spaccarmi la schiena quando c’è un vecchio signore barbuto che basta che glielo chiedo e *snap* … uno schiocco di dita e risolve tutto

    • Il problema è che l’uomo con la barba ha tempi e modi suoi, e farci affidamento è una gran cosa, ma io comincerei comunque a rimboccarmi le maniche.
      (e con questa, la brasatura infernale è garantita)

  2. Tranquillo, me li trovo anch’io tra i piedi i testicoli di Geova. Non solo davanti a casa ma anche mentre giro per il quartiere. Ce ne sono di viscidi ma anche semplicemente di fortemente assertivi: «Si è mai chiesto perché siamo infelici?». Resisto alla tentazione del turpiloquio giusto perché mi ricordo che i nazi ce l’avevano con loro e non è bello fare l’Himmler de noantri nel 2000 e passa. Però, che tentazione…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...