A Castelnuovo come a Hollywood

Strano come certe cose cambino.
Fino ai primi anni ’90, Ed Begley Jr., valido caratterista con una lunga gavetta televisiva alle spalle, era considerato da tutti, a Hollywood… beh, diciamo un po’ strano.
Ed ammetterete che essere considerati strani ad Hollywood deve richiedere un certo impegno.
Poi, con gli anni ’90, un cambiamento nell’atmosfera politica della California, e nella sensibilità generale, portò iprovvisamete l’eccentrico Begley a diventare una figura estremamente popolare.
E se fino a vent’anni fa le sue scelte personali lo avevano danneggiato in campo professionale, portando alcuni produttori ad escluderlo a priori dai propri progetti, oggi Ed ha una sua trasmissione su un canale satellitare, un suo marchio per tutta una serie di prodotti che vende attraverso il web, e scrive dei libri che entrano in classifica.

Ed Begley Jr è un ambientalista.
Lo è fin dagli ani ’70, ed è il genere di ambientalista peggiore – quello che parla, partecipa, si infervora, rilascia interviste.

Ed io che mi sono appena letto il suo libro, Living like Ed, uscito nel 2008, scopro che molte, moltissime delle cose propugnate da Begley, sono le stesse che io applico qui nella mia casetta in campagna.
La principale differenza è che lui fa i film ed io no.
Che lui la sua casetta di campagna la divide con una bella moglie ed io con un padre anziano e un po’ scorbutico.
Ma per il resto, scopro leggendo il libricciolo che io sono già come Ed.
Beh, ok, quasi.

Il volume è divertente, costruito come un dialogo fra Begley e la moglie (che si presenta come un personaggio coi piedi molto più per terra del marito) e il tusso si legge veloce, in una serata se non avete di meglio da fare.
E ci sono un sacco di buone idee.

Il grosso problema del manuale di Ed Begley, naturalmente, è che si tratta di un manuale scritto da un americano per il pubblico americano.
Un esempio?
Le lampadine a basso consumo costano care?
Andate dal vostro fornitore di elettricità, e vele daranno gratis.
Già.
In California, dove le aziende che vendono energia elettrica hanno imparato che se i consumatori domestici riducono il consumo, c’è più energia da vendere per i clienti pesanti – le istituzioni e le industrie – e soprattutto non serve costruire nuovi impianti o acquistare energia dall’estero.
Qui da noi, se è vero che negli ultimi due o tre ai i prezzi per le lampadine a basso consumosono crollati di oltre il 50%, un lampadario a otto fuochi costa ancora una trentina di cucuzze per essere portato a basso consumo.
E non mi risulta che nessuno regali lampadine.

Le guide al vivere in maniera eco-sostenibile – che no significa diventare vegetariani vestiti col lenzuolo come Gandhi (a meno che non lo vogliate), ma significa di sicuro vivere meglio e fare qualcosa per i problemi contingeti…
Le guide, dicevo, in libreria abbondano.
E non sononeanche un brutto regalo per Natale.
Il problema resta, che si tratta spessissimo di libri tradotti – io ora ho una guida americana ed una inglese, in originale, ed in italiano una guida tedesca ed una inglese.
E non vi immaginate quanto diversi da noi siano quei paesi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...