I soliti sospetti – Formiche

Il minimo che possa capitare in una casa vecchia prospicente giardino è che arrivino le formiche.
Il fatto che la pavimentazione del cortile sia stata messa in posto su uno strato di inerti (sabbia) che probabilmente ospitava già un formicaio non migliora le cose.
Ad una superficiale osservazione, sotto al nostro cortile si è sviluppata una vera e propria civiltà delle formiche – con templi, palazzi del governo, lo stadio per la corsa delle bighe…

I primi a farne le spese sonostati i ciliegi.
E, contrabbandate in casa in un carico di ciliegie imprudentemente non sciacquate alla fontanella del cortile, ecco che opra ci ritroviamo formiche ovunque.

Tocca correre ai ripari.

In casa, tocca lavare tutte le superfici con l’alcool denaturato.
L’odore manda in tilt i sistemi olfattivi delle formiche, che se ne stanno alla larga.
Una miscela di alcool, detergente per piatti e acqua può anche essere nebulizzata in corrispondenza delle porte e finestre – stecchisce gli insetti all’istante.
Succo di limone o borotalco dovrebbero funzionare ugualmente per tenere lontane le formiche.
Bonificata la casa, piazaremo qualche pianticella d’aglio lungo il marciapiede dell’ingresso – ancora una volta per scoraggiare l’avvicinarsi delle formiche.

In cortile, la pratica “ecologica” consiste nel versare acqua bollente nei diversi ingressi del formicaio, e poi darci una mano di calce.
Ma passeremo a certi metodi drastici solo se non riusciremo a liberare la casa in altro modo.
Con la casa libera, che le formiche si faciano la loro vita, noi ci faremo la nostra.

E se tutto dovesse fallire…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...