Teiera

29 Dicembre, San Davide Re.
Una buona occasione per festeggiare – perché non approfittarne?
E così sono andato nel miglior negozio di Nizza Monferrato e mi sono comperato una nuova teiera.
Quella che usavo a Torino non è sopravvissuta al trasporto, e quindi tutto questo ha quasi un valore simbolico.
Nuova casa, nuova teiera.
Ho optato per una Maxwell & Williams Infusion Teapot, rossa come il peccato e capiente abbastanza per sostenermi con tre tazze di infuso mentre smanetto al computer – mattino, pomeriggio o sera che sia.
Si tratta di una buona teiera in ceramica fine, con un capiente infusore.
Costa pochissimo, e fa il proprio dovere.
In fondo, è solo un onomastico.

[IKEA ha una teiera in pyrex molto economica e piuttosto attraente, in una sorta di style dieselpunk, ma il fatto che abbia un infusore in plastica mi lascia molto molto dubbioso – da cui la scelta della più tradizionale ed appena più costosa M&W]

Prossima operazione – un bel giro in cerca del minimo per rifornire il cassetto del té.
Non mi faccio troppe illusioni sui supermercati locali, ma per lo meno Earl Grey, Prince of Wales e Breakfast della Twinings dovrebbero essere facilmente reperibili.
E magari dell’Indian Chai – che temo troverò solamente in filtri.

Lentamente, torniamo alla civiltà.

Powered by ScribeFire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...