Preparativi per la neve

La temperatura è crollata, le previsioni dicono neve sopra i 400 metri… è ora di organizzarsi.

Da queste parti, una buona nevicata invernale vuol diure qualsiasi cosa da 10 centimetri a oltre mezzo metro di neve. Anche con tutta la buona volontà, quindi, il rischio è quello di restare imbottigliati per un paio di giorni.
Perciò: proviste.
Stccare il freezer di surgelati e fare scorta di scatolame a lunga conservazione.
Un paio di scatole di zuppa di ceci in più potranno riconciliarci con la nostra esistenza dopo una giornata a spalare neve.

Spalare neve.
Serve una pala.https://i0.wp.com/cache.prolitegear.com/prolitegear/images/items/camp_pala_da_neve_avalanche_shovel_rg.JPG
L’ideale sono le pale da neve, quelle fatte a forma di pala da bulldozer, che si possono utilizzare per aprire un sentiero nella neve dalla porta di casa al luogo nel quale desideriamo recarci.

La pila della legna da ardere, ad esempio.
Se marca neve, è una buona idea tenersi a portata di mano un extra di legna da ardere, se non per altro, per evitare lunghe marce sotto alle intemperie per prendere altro carburante per il camino o la stufa.

Mentre stiamo acquistando una pala dal nostro locale fornitore di ferramenta e articoli per la casa, agguantiamo anche un paio di pacchetti di fiammiferi (servono sempre) e qualche candela, oltre alle batterie minime indispensabili per la radio e per un paio di torce elettriche (la regola è avere almeno una torcia elettrica e una scatoletta con candele e cerini per ogni piano della casa).
Acquistiamo anche per pochi soldi un paio di ciabatte o due, da lasciare appena oltre la soglia – in modo da liberarsi delle scarpe inzaccherate appena entrati.

In casa, diamo una controllata alle tubature dell’acqua – sarebbe spiacevole se il freddo dovesse farle esplodere.
Mantenere l’acqua in circolazione spillando un bicchiere d’acqua ogni tanto dovrebbe bastare.

Poi, fintanto che il tempo regge, facciamo un salto in comune.
In primis, per ricordare ai gentiluomini che ci siamo anche noi, e che quando passeranno i bulldozer sarebbe bello se la nostra stradicciola privata non venisse lasciata indietro.
E poi perché, in caso di nevicate abbondanti, il comune spesso distribuisce sacchi di sale da gettare sulle strade per eliminare il ghiaccio.
Prendiamone un paio.

Sulla macchina, catene da neve, cavi per avviare la batteria scarica, ed una bottiglia di liquido antigelo per sbrinare il parabrezza.
Assicurarsi che il kit di prontosoccorso sia adeguatamente rifornito e contenga una coperta termica.
Un thermos nel quale trasportare qualcosa di caldo per i lunghi viaggi farebbe comodo.

Per sopravvivenza personale, tenere a portata di mano un plaid, una teiera e qualche biscottino…

Powered by ScribeFire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...