Manutenzione autunnale – i preliminari

traditional_kampong_house_rumah_melayu_move_heritage_moving-722665.jpgPrima che il freddo cali su di noi è il caso di fare un giro per casa con un bloc notes e una matita per verificare cosa ci sia da sistemare.
Si tratta di una scocciatura, e magari anche costosa.
Ma non badare a qualcjhe piccolo problema potrebbe rivelarsi molto più costoso nel futuro più o meno prossimo.

Durante l’ispezione ci farà comodo avere a portata di mano anche una torcia elettrrica e un cacciavite.

Fortunatamente, This Old House ci fornisce una buona mappa di come muoverci, che stralciamo ed adattiamo di seguito:

Cominciamo dall’esterno.
Segnamoci i problemi evidenti – crepe o fori nell’intonaco o nel paramano, elementi storti (imposte, camino, antenna TV) o mancanti (tegole, piastrelle).
Facciamo attenzione a macchie di ruggine o umidità chepossono indicare che in quel punto l’acqua non scorre nelle grondaie.
Guardiamo anche l’area circostante – alberi invadenti (potrebbero danneggiare il tetto o fornire un passaggio a piccoli animali o ladri, o interferire coi cavi dell’alta tensione).
Già che ci siamo diamo un’occhiata per verificare l’integrità di marciapiedi e pavimentazioni del cortile, e per controllare che il muro perimetrale o la siepe, e i cancelli, siano in buone condizioni.

Concentriamoci sui punti dubbi.
Macchie di umidità.
Porte e finestre con spifferi – controlliamo tanto le ante quanto i telai.
Tarli! Se ci sono tarli del legno, si troverà un mucchietto di segatura sotto ai mobili più appetibili. Regolatevi di conseguenza.

Passiamo all’interno.
Anche qui, cerchiamo tracce di umidità.
Porte che si bloccano perché il legno è gonfiato.
Macchie su muri e soffitti.
Controlliamo che i pavimenti siano sani, e non ci siano tracce di sprofondamenti o insaccamenti.
Diamo un giro alle viti di qualsiasi elemento ballerino – maniglie, interruttori e prese, eccetera.
Prendiamo una torcia e diamo un’occhiata nel camino e negli angoli bui.

Controlliamo la parte idraulica.
Rubinetti o tubi che perdono, scarichi intasati (un buon modo per vedere se unlavandino p intasato consiste nel riempirlo e poi togliere il tappo, per misurare quanto ci mette a svuotarsi)…
Diamo un’occhiata ai tubi di lavatrice e lavastoviglie, e se sono troppo secchi o screpolati, sostituiamoli.
Verifichiamo la temperatura del boyler e la vaschetta del water (e se non abbiamo ancora trovato un modo per limitare il consumo d’acqua dello sciacquone, pensiamoci ora).
Verifichiamo la pressione dell’acqua.

Controlliamo gli altri sistemi.
Impianto di riscaldamento – verificare che i bruciatori a gas abbiano gli sfiati liberi, che i sistemi elettricic siano in buone condizioni e che i timer siamo funzionanti.
Impianto elettrico – dalle lampadine bruciate (bruciano sempre le stesse? Indagate) alle prese che fumano, annotiamo ogni anomalia.

A ispezione conclusa, procuriamoci il materiale necessario – e l’aiuto opportuno, e sistemiamo le cose.

Per chi fosse interessato, qui si trova una checklist molto dettagliata (in inglese)

Powered by ScribeFire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...