Sogni di Transizione

Non pare saggio rivelare su un blog pubblico i propri piani segreti.
Ma questo blog non ha molti lettori, e rivelare parte dei miei progetti mi fa sentire alquanto come un cattivo di Serie B (La Stavamo aspettando, Mr Bond…)

Se è vero che sto facendo tutto il possibile per rendere la mia casetta di Castelnuovo Belbo quanto più ecosostenibile possibile, dall’altra non mi dispiacerebbe cominciare ad impegnarmi per avviare nel comune che mi ospita e nelle campagne circostanti, un movimento verso la resilienza, come quello che ha reso famosa in tutto il mondo la cittadina inglese di Totnes.

L’idea è quella di lavorare al fine di modificare la struttura della comunità, in modo che questa possa resistere – ed in effetti prosperare – nonostante la crisi economica in corso e i prevedibili sacrifici che saranno necessari con  il progressivo diminuire delle riserve petrolifere.
Inutile aspettare un’azione governativa – i governi tendono ad agire a fronte di emergenze conclamate, e in campo ambientale e sociale stanno facendo troppo poco, e ad una scala troppo disagevole.
Inutile attendere l’uomo del destino – gli uomini del destino sono sempre una fregatura.
Ed il singolo, nel suo piccolo, può operare sul proprio orto o sul proprio cortile, e poco più.
Serve un’azione della comunità locale – al di là degli interessi e delle ideologie politiche.https://i2.wp.com/greenbooks.co.uk/store/images/Transition-Handbook.gif

In preparazione per il grande balzo in avanti, siedo in biblioteca nelle fresche sere d’autunno e rileggo con attenzione The Transition Handbook, di Rob Hopkins, manuale di base per la creazione di un movimento che porti la comunità locale a rendersi indipendente ed a prosperare grazie all’uso intelligente delle risorse comuni.
Il volume (ora tradotto anche in italiano) è il primo di una serie di manuali operativi – esistono anche un manuale sulla valorizzazione e l’utilizzo dei prodotti agricoli locali, ed una timeline generica per la transizione.
Poi, vedremo.
Si tratterà di adattare il metodo anglosassone alla realtà del Monferrato, e cercare individui dalle vedute simili per avviare qualcosa di nuovo, e di utile.

Restate sintonizzati.

Powered by ScribeFire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...