Funghi & Batteri

…sono la causa di quelle brutte chiazze scure sulle pagine dei libri vecchi.https://i2.wp.com/www.powells.com/images/blog/rbr/20070802/Mold_damp.jpg
Avendo ormai quasi completato il trasferiomento dell abiblioteca nella nuova casa e constatandone l’umidità inquietante, conviene fare ricerche ed informarsi a riguardo.

Stando al Volume numero 7 della Encyclopedia of Library and Information Science, i funghi proliferano allegramente in un range di temperature che va dallo 0 ai 55° Centigradi – fatto che spiega per quale motivo vi potreste ritrovare con delle muffe in frigorifero.
L’umidità naturalmente aiuta – e sopra al 90% praticamente garantisce l’esplosione di una bella colonia di fungosità lovecraftiane fra le pagine dei nostri preziosi volumi della Arkham House.

La luce non ha poi tutta questa importanza per i funghi, ma può accelerare il deterioramento per fattori fisici o per azione batterica:

Light accelerates deterioration of library and archival materials. It leads to weakening and embrittlement of cellulose fibers and can cause paper to bleach, yellow, or darken. It also causes media and dyes to fade or change color, altering the legibility and/or appearance of documents, photographs, art works, and bindings. Any exposure to light, even for a brief time, is damaging, and the damage is cumulative and irreversible.

Ansiogeno, eh?

Il fatto che l’umidità costituisca un fattore critico ci fornisce d’altra parte una garanzia – che al di sotto del 70% di umidità difficilmente avremo una crescita fungale.
Una bassa umidità abbassa oltretutto la temperatura critica – mantenendo la nostra biblioteca fra il 30% ed il 50% di umidità, potremo regolare la temperatura ben al di sotto dei 50° C ed essere ancora ragionevolmente tranquilli.

The scientific research that has been done to date shows clearly that lower temperatures and lower relative humidities (down to about 30%, below which other problems such as brittleness occur) are much better for paper-based materials. This is because the chemical reactions that drive deterioration proceed much more slowly at lower temperatures and humidities.

Il range di umidità è oltretutto dinamico – le qualità igroscopiche della carta fanno sì che questa possa assorbire e rilasciare l’umidità in eccesso, senza subire per questo danni o alterazioni permanenti.
In questo senso, davvero, i libri sono vivi e respirano.

Suggerimenti, quindi
. non farsi troppi problemi per i libri stoccati in casa
. nel caso sussista il dubbio, procurarsi un igrometro (facilmente reperibile in un negozio per fumatori di sigari)
. nel caso che l’igrometro ci dia notizie ferali, investire in un buon deumidificatore

[immagine dal blog di PowellsBooks.com]

Powered by ScribeFire.

2 pensieri su “Funghi & Batteri

  1. Pingback: Piccola catastrofe « strategie evolutive

  2. Pingback: Fungi & Batteri – la vendetta « Fra le Province

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...